Come scrivere post attraenti per il massaggio

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Capita che ti senti ispirata e vuoi scrivere un post per attirare l’attenzione dei tuoi clienti, chissà forse addirittura riesci a vendere un massaggio.

Parlo del mio massaggio oppure parlo della mia corso-vacanza in Thailandia?

Meglio ancora posto quel link al video sul muscolo psoas che fa tanto figo?

All’inizio è normale non avere una strategia per pubblicare post però con il tempo è meglio scrivere di argomenti interessanti per i tuoi clienti.

Andare ad istinto sembra interessante, ma in realtà ti stai autodistruggendo, stai sprecando la possibilità di essere percepita come una professionista.

Scrivere argomenti interessanti per la clientela ti aiuterà in due modi:

a) Ti renderà autorevole, professionale ai loro occhi.

b) Avvicinerà i clienti al tuo modo di risolvere i loro problemi.

Quali argomenti attirano l’attenzione?

𝗥𝗲𝗴𝗼𝗹𝗮 𝗻.𝟭 – parti dalla tua tribù (target, pubblico di riferimento).

Non iniziare a scrivere senza analizzare i clienti che hai deciso di servire.

Concentrati sulle loro abitudini, comportamenti e problemi.

𝗥𝗲𝗴𝗼𝗹𝗮 𝗻.𝟮, nel massaggio ci sono tre argomenti generali:

➡ Relax

➡ Dolore

➡ Estetica

Questi sono i problemi con cui si confrontano ogni giorno.

Relax perché sono stressati.
Dolore perché hanno male da qualche parte.
Estetica perché vogliono apparire più affascinanti, in forma, senza fare grandi sforzi.

Ti vedo storcere il naso davanti alla parola estetica.
Si, sei un professionista del massaggio, mica un estetista.
Però un massaggio, anche di esclusivo benessere, come vuole la legge, aiuta anche ad essere più belli. Le persone stressate e tese sono meno belle da vedere (e da frequentare).

E poi qui mi occupo marketing: l’estetica è un motivo in più per cui i clienti si fanno massaggiare.

Molte donne hanno notato gli sguardi del marito dopo aver ricevuto un massaggio: una donna rilassata è una donna più affascinante e più sicura di sé.

Ecco ti ho dato già qualche indizio su come collegare il tuo massaggio ai loro problemi.

𝗥𝗲𝗴𝗼𝗹𝗲 𝗻.𝟯 – il tuo posizionamento. Ossia la tua Proposta Unica e di Valore.

Maria Rossi aiuta i tassisti a rilassarsi attraverso il massaggio HappyDriver.

Adoro la PUV perché c’è tutto: la tua tribù di clienti, come li aiuti ed il loro problema.

𝗥𝗲𝗴𝗼𝗹𝗮 𝗻.𝟰 – la concorrenza. Analizza la concorrenza, scopri quali argomenti tratta, come li tratta e fai attenzione a NON copiare nemmeno una virgola della loro comunicazione.

Quando copi le parole, il modo di fare della concorrenza, li stai aiutando a diventare ancora più forti. Piuttosto trova i punti deboli della concorrenza.

Con queste 4 regole, puoi raccogliere informazioni e dopo lanciarti nello scrivere un post che attiri l’attenzione.

Servizi online utili

Parti sempre dalla condizione problematica del cliente, non andare diritto sul massaggio come soluzione di ogni male, altrimenti non sarai credibile.

Quando non sai da dove partire per gli argomenti ci sono alcuni strumenti online che ti possono aiutare:

1⃣ answerthepublic.com

2⃣ neilpatel.com/it/ubersuggest/

Questi servizi raccolgono le parole chiave cercate dalla persone sui principali motori di ricerca.

Prova ad utilizzarli partendo dal problema del cliente:

“stress mal di testa”

“mal di schiena”

“collo dolorante”

“gambe pesanti massaggio”

ect ect

Divertiti, gioca con le parole, diventa un cliente per qualche ora, scopri come arrivare ad una soluzione concreta per un problema reale.

Una cliente, l’altro giorno, mi ha detto che aveva mal di testa da un anno, era andata dal neurologo e altri specialisti, prendeva dei potentissimi farmaci, che non funzionano più ed era disperata.

🔥 Quello che ti raccontano i clienti al primo contatto vale più dei soldi che ti pagano.

Impara ad ascoltare e segnare da qualche parte su un quaderno queste informazioni, ecco una lista di domande:

– Come ha fatto a trovarmi (il canale)?

– Cosa stava cercando?

– Qual’è il suo problema più urgente?

– Cosa gli fa male?

Fatti queste domande pensando ai tuoi ultimi 10 clienti e avrai una lista di argomenti specifici e su misura per la tua tribù di clienti.

Se non hai ancora tanti clienti perché stai iniziando da poco l’attività ricordati che hai scelto di servire la tua tribù, perché hai dei punti di contatto:

  • Avevi lo stesso problema.
  • Stavi cercando una soluzione.
  • Ogni tanto hai lo stesso problema.

Arriva alla soluzione partendo dal problema.
Tutti i massaggi fanno “bene”, ma “bene” non vuol dire nulla.
Cerca di trasformare il tuo massaggio in uno strumento unico e specializzato per un determinato problema.

HappyDriver è un massaggio che aiuta gli autisti professionisti a rilassarsi anche dopo ore di guida.

Tutti hanno mal di schiena, secondo una statistica l’80% degli italiani ne soffre almeno una volta nella vita, però puoi scrivere che gli autisti hanno mal di schiena a causa della loro postura, della tensione delle braccia sul volante e dello stress psicologico nel traffico.

Per rendere più credibile il tutto meglio fornire delle fonti scientifiche o mediche.

Un comportamento umano: sono attirato dai un post che parla di me, del mio problema e che offre una soluzione su misura per me.

Scrivere post attraenti

Quando inizi a scrivere ti capita di non sapere da dove partire,

ma hai in mente di attrarre cliente.

Spesso l’ispirazione arriva da testi antichi,  frasi motivanti di autori famosi o testi in medichese sui muscoli e ossa.

Questa tipologia di post funziona nelle community avviate da tempo, dove i lettori amano leggere proprio quei contenuti, perché in questo modo si sentono parte della comunità.

Un ora fa ho letto un post di un collega che conteneva una citazione di un testo antico.

«Se una persona pratica regolarmente il massaggio d’olio, il suo corpo non risente di ingiurie o del lavoro più duro. La sua struttura fisica diventa forte, flessibile ed attraente. Mediante questa pratica il processo dell’invecchiamento è rallentato.» (Caraka Samhita)

Se proponi corsi di massaggio Ayurvedico,  (forse) la citazione potresti usarla.Se vuoi attirare clienti desiderosi di ricevere un massaggio è la strada sbagliata.

Un cliente nuovo va via già quando legge “ingiurie”.
Il collega tentava di attrarre nuovi clienti, infatti alla fine del post scriveva: “riceve su appuntamento al Centro XYZ”.

Puoi usare come fonti di un post i testi antichi o libri che parlano il medichese, ma devi “tradurre”, altrimenti il post sarà filtrato dal cervello del lettore.

a) Usare un linguaggio moderno e una sintassi fluida.
b) Parti dal problema del cliente.

Esempio di “traduzione”:

« Dopo i 40 anni lo stress si fa sentire e vedere. Grazie al massaggio ayurvedico puoi rallentare l’invecchiamento. Uso regolare dell’olio medicato aiuta il corpo a diventare forte, flessibile e attraente.» (Jivan Samhita) 🤣

Ora in tre righe parlo del problema, a chi è rivolto il massaggio ed i benefici del massaggio.

Questo è solo un esempio, ci sono stato un minuto, ma per se fosse stato il testo per una promozione oppure l’incipit di una pagina web, sarei stato anche 2 ore per trovare la sintassi e le parole giuste.

Quelle poche frasi presentano il tuo lavoro, avvicinano o allontanano il cliente.
Prima di scrivere un post rifletti, respira e prenditi lo spazio per scrivere.

Questo è il caso di giocare sulla qualità e non sulla quantità: poche frasi revisionate (lette e rilette!) creano un senso di leggerezza nella lettura, un senso di fluidità.

L’obiettivo è portare il lettore alla fine del post. La revisione del testo è il mezzo per riuscire nell’impresa.

Quattro fasi per scrivere post di attraenti

1) Scrivi quello che sai o hai raccolto sul problema del cliente.

2) Scrivi i benefici del tuo massaggio.

3) Unisci i due pezzi.

4) Revisiona il testo intero.

Scrivi di getto i primi due pezzi del testo.
Nella fase di revisione, in modo ciclico: rifletti, correggi e rileggi.

Come trovare nuovi clienti per il massaggio