Come Fare Pubbliche Relazioni Per Il Tuo Brand

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Hai investito del tempo ( e soldi) per creare il tuo brand di massaggio, ma ora non sai come infondergli visibilità e autorevolezza. 

Grazie ad una strategia di posizionamento di brand, la tua comunicazione è pronta.

Nonostante ciò la tua attività fa fatica a crescere.
Il tuo brand ha bisogno di essere diffuso, hai tre possibilità:.

Cosa sono le Pubbliche Relazioni.

Le PR costruiscono e rafforzano le relazioni con il tuo target di riferimento. L’obiettivo è  influire sulla reputazione e l’autorevoelezza del tuo brand.

La popolarità è vuota quando non collegata ad un argomento specifico.
Ad esempio, un giornalista cita il tuo brand in un articolo generico sul quotidiano della tua città. Un quotidiano è popolare ma generico.

La popolarità è passeggera e spesso controproducente.
Quello che vogliamo veramente ottenere è una reputazione, ossia una popolarità specifica, connessa ad un argomento.

Quindi è importante che “se ne parli”, ma in determinati contesti, altrimenti è inutile divenire popolari. 

L’argomento lo scegli tu, il contesto anche, in modo da attirare il pubblico giusto.

Autorevolezza

Grazie ad buona reputazione acquisisci autorevolezza.

Consigliamo un professionista anche solo se lo riteniamo autorevole nel suo campo, perché ha una buona reputazione.

Spesso il migliore passaparola arriva dai non–ancora-clienti che ti ritengono autorevole in quel campo.

Abbiamo visto l’esempio durante la pandemia Covid19, tutte le informazioni che arrivavano da fonti considerate autorevoli non venivano messe in discussione, mentre tutte le altre fonti erano ridicolizzate o addirittura oscurate.

Aumentare La Credibilità

Questa accade anche per il tuo brand di massaggio: hai creato un metodo nuovo per risolvere  il mal di testa, attraverso il massaggio e/o il counseling, ottimo, ma sei sicuro di avere l’autorevolezza sufficiente per essere credibile?

Per fortuna puoi creare una strategia di Pubbliche Relazioni o Digital PR per aumentare la tua credibilità.

Prima di andare oltre voglio confermare che le Digital PR (o PR)  hanno bisogno di marketing, non puoi fare PR senza avere una strategia di comunicazione chiara e precisa. Anzi fare Digital PR senza aver prima creato un piano di marketing può essere dannoso del tuo brand.

Dalla teoria alla pratica.

Oggi le pubbliche relazioni sono digitali, ma hanno lo stesso identico obiettivo: migliorare la tua reputazione e darti autorevolezza. 

Esistono cinque aree che amplificano le PR.
Attenzione non devi utilizzarle tutte, ma puoi partire da una e poi mano mano prendere spazio nella aree successive.

Digital PR

Prima chiariamo la differenza tra PR e Digital PR.
Le PR utilizzano soprattuto radio, TV e giornali per raggiungere l’obiettivo.
Le Digital PR utilizzano i canali digitali, quindi TV, radio, app, blog e testate giornalistiche online. Questa distinzione aveva senso 15 anni fa, ma oggi quasi tutto si muove online.

[Area: Pubblicazioni]

Questo è il cuore delle PR, perché senza contenuti non hai nulla da comunicare. I contenuti stimolano le relazioni, senza pubblicare nulla non otterrai nessuna relazione, quindi il tuo brand sarà considerato superficiale, povero e sfigato.

I brand vincenti creano abbondanza di contenuti.

Strumenti: sito web, post social, illustrazioni, brochure, libri, newsletter, audio podcast e video.

Errori comune: meglio realizzare pochi contenuti ma buoni oppure tanti ma più superficiali? 

In questa domanda tanti si perdono e non creano nessun contenuto. 

La regola è questa: la qualità arriva con la quantità, con il tempo. Quindi chi inizia è a metà dell’opera. Ricordati solo di creare con metodo e disciplina.

Esempi

Sara Bendandi, ansia e attacchi di panico.
Francesco Bini, mal di schiena. 

[Area: Eventi]

Progettati con cura, gli eventi possono diventare memorabili e comunicare in modo effettivo i benefici del tuo brand.

Strumenti: fiere del settore benessere, workshop, open day, inaugurazioni, patrocinio/sponsor.

Errore comune: sottovalutare la progettazione di un evento è il primo errore che si commette. Qualsiasi evento funziona se rispettano (almeno) due regole:

  • Il pubblico/target deve essere preciso ed linea con il tuo brand.
    Creare un evento per un pubblico non interessato è inutile.
  • Garantire un effetto Wow: l’evento è guidato da contenuti di estremo valore, deve sbalordire, interessare, eccitare e  far riflettere. 

Esempi

Perché ci arrabbiamo e perché è salutare - Ryan Martin
Come il corpo dissipa il trauma - intervista a Peter A. Levine

[Area: Notizie]

Per cercare popolarità attraverso Radio, riviste e TV puoi inviare un’email ai giornalisti più attenti al settore benessere e informarli della creazione di un contenuto che hai creato: un articolo, un video o un intervista.

Segui sui social i giornalisti interessati al settore benessere, crea una relazione con loro.

  1. Invia un’email ad ogni giornalista, citando un articolo del giornalista, per fargli capire che lo segui.
  2. Nell’email fai un riassunto del tuo contenuto così da aiutare il giornalista a risparmiare tempo.
  3. Invia a più giornalisti, ma NON fare copia&incolla.
    Sii personale e informale.

Errore comune: sottovalutare la tua capacità umana di entrare in relazione con un giornalista o un editore o influencer.

Da dove iniziare per trovare i giornalisti?

Trova Giornalisti, è un database di giornalisti italiani selezionati per argomento, testata, area e frequenza di pubblicazione. 

[Area: Comunità]

Oggi grazie a Facebook o Telegram è molto semplice (a livello tecnico) creare o curare le relazioni con una comunità di persone interessate ad un determinato argomento

Facebook è piena di gruppi già esistenti specializzati in determinati argomenti, puoi iniziare da li per entrare in relazione con il target, proponendo dei contenuti di valore e/ rispondendo in modo professionale alle domande dei partecipanti. 

Errore comune: trovare clienti nei gruppi non funziona o può funzionare per alcune categorie, ma una strategia Digital PR non vende, ma si comunica, si creano relazioni fondate sulla condivisione di valore.

Creare e seguire una comunità intorno ad un problema o tema specifico è il modo migliore per curare quest’area della Digital PR.

Esempi

Crescita Personale
Mal di schiena

[Area: Attività Sociali]

Non c’è brand di successo che non sponsorizza un evento per raccogliere fondi o promuovere un attività con fini sociali. Può essere per aiutare un canile o i senzatetto o per parlare di un tema sociale sentito.

Errore comune: sostenere un’attività sociale in contrasto con il tuo brand o troppo lontano dal sentire del tuo target..

Esempi

Burger King sostiene il tema dei ragazzini bullizzati
Dove, si occupa della cura del disagio psicologico legato ai disturbi dell’immagine e del comportamento alimentare.

Prima di partire

Adesso puoi continuare a scrivere post sui social senza una strategia oppure iniziare a selezionare i tuoi contenuti e/o creare nuovi contenuti, pubblicarli sul tuo sito web in modo sistematico e poi entrare in relazione con il tuo pubblico di riferimento grazie ad una strategia di Digital PR.

Prima di buttarti nelle Digital PR metti nella valigia almeno questi elementi:

  • Una Proposta Unica e di Valore.
  • Una Storia Che Racconta Il Tuo Perché.
  • Un’Offerta Chiara Per i Clienti.
  • Un Sito Web Dove Pubblicare I Tuoi Contenuti.

Perché le Digital PR, come la pubblicità, non fanno miracoli. Li fuori c’è una grande confusione, l’attenzione dei clienti va via in un attimo, prima partire ricordarti di mettere in valigia tutto l’occorrente.

Qual’è la differenza tra la pubblicità e le PR?

La pubblicità per il massaggio, secondo me, deve puntare alla vendita.

I brand di massa (detersivi, auto, ect ect) possono anche usare la pubblicità per diffondere il brand, ma nel caso di un’attività locale, come quella di professionista del massaggio, la migliore diffusione del brand è la vendita del tuo percorso.

Le PR puntano a migliorare la reputazione e autorevolezza del tuo brand, le PR intrecciano relazioni di valore con il tuo pubblico di riferimento.

Allora meglio usare la Pubblicità o le Digital PR?
Entrambe.

Quanto Mi Costi

La pubblicità è più immediata, le PR sono più lente nel dare risultati.

La pubblicità va continuamente alimentata, aumentando i costi di acquisizione di un cliente, ma è l’unica strada all’inizio.

Le PR lasciano una traccia: anche un anno dopo la conclusione di una campagna, ci sono ancora dei deboli segnali, delle eco, che ti portano visibilità e autorevolezza.

Sulla pubblicità hai controllo: accendi e spegni le campagne e puoi misurare i risultati in modo immediato. 

Le PR sono meno controllabili, sono l’effetto a valanga di processi di interazione umana: non puoi spegnere una valanga, ma neppure accenderla a comando. 

L’impegno temporale ed economico è simile.

Secondo me vanno usate entrambe queste strategie per aumentare la visibilità del brand e abbassare i costi di acquisizione dei clienti.

Ora sai perché ti dico sempre di creare contenuti di valore che ti differenziano da altri professionisti, perché in questo modo stai già facendo Digital PR.

Seguimi su Telegram https://t.me/PassioneMassaggio – ogni settimana un podcast o un video o un articolo per aiutarti a trasformare la tua passione in un brand di successo.

Come trovare nuovi clienti per il massaggio